La scoperta dell’acqua fredda

L’acqua fredda  fa bene, si sa , ma questa volta  vi racconto come faccia bene soprattutto alle donne. Non solo per la pelle e per la circolazione, ma anche per fare un gesto contro la violenza. Tutto questo, partecipando a un tuffo invernale nelle acque di un lago!

camperduin
Camperduin, Olanda – Luna e alba,  Ottobre 2016

Ishnaan, l’idroterapia

Ishnaan significa “portare via le malattie”. E’ la  doccia fredda, una pratica consueta nel Kundalini Yoga,  forse estrema ma profondamente terapeutica.  Per effetto del freddo, i capillari prima si chiudono poi si riaprono, facendo fluire il sangue per attivare il corpo. Quindi, l’ishann pulisce profondamente gli organi (prima “strizzati” e poi irrorati di nuovo), stimola il sistema immunitario, rende elastica la pelle,  depura i muscoli e migliora la circolazione del sangue.

Si può iniziare  provando un pediluvio freddo o facendo una doccia più tiepida del solito, il tutto in un ambiente caldo e confortevole, con un bel automassaggio prima e dopo.

Il messaggio simbolico dell’Ishnaan è, nelle parole di Yogi Bhajan, maestro del Kundalini Yoga, “Se col mio corpo divento capace di conquistare il freddo dell’acqua, posso diventare capace di conquistare il freddo della vita”.

Cimentarsi nel freddo

Adesso pensate di mettervi in costume in una bella mattina invernale e poi fare un bel tuffo in un acqua, lago o mare che sia. Questo si chiama “Cimento”, un termine medioevale che sa di estrema prova ardimentosa! Solitamente ci si cimenta in gruppo, e questo da un bel tono “goliardico” all’idroterapia, perchè si gioca, si scherza, ci si ritrova tra amici.

cimento-rose-volantino-defE a furia di tuffi..  un giorno si decide di direSe col mio corpo divento capace di conquistare il freddo dell’acqua, posso diventare capace di sfidare anche una tragedia come la violenza sulle donne”.

Il Cimento delle Rose

E’ nata così la prima edizione de Il Cimento delle Rose, evento del 5 marzo 2017, al lago di Monate (Va). La vicinanza con la  Giornata Internazionale della Donna, lo ha reso  occasione per affermare che solo  quando tutti si sfideranno e si metteranno  in gioco  la violenza sulle donne sarà sconfitta.

Sono stata nell’organizzazione del Cimento delle Rose assieme ad altri amici e… volevamo che quel giorno fosse veramente un giorno speciale, per molti motivi.

  • L’importanza di essere in tanti, per dare più valore e visibilità al nostro obiettivo di lotta alla violenza sulle donne.
  • La bella occasione per debuttare in  un bagno invernale e magari scoprire l’ishnaan nella propria vita 
  • La presenza di  Donna Sicura, un’associazione che si occupa di difesa della donna e potrete conoscerla e sostenerla.

Abbiamo fatto riferimento alla nostra Pagina Facebook Gli Acquanauti  e.. il risultato è stato questo ….

gruppo-cimento-rose

Eravamo 54 partecipanti, un numero immenso per una manifestazione che debutta! E’ stato meraviglioso essere in tanti, perché c’è bisogno di agire e mettersi in gioco. Yoga fuori dal tappetino vuol dire non fermarsi alla propria pratica personale ma fare gesti che abbiano valore per gli altri. Sat Nam!

PS per la cronaca, io sono quella in arancione… Secondo Chakra, acqua e passione!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...