Effetto yoga?

BENVENUTI NEL MIO BLOG!

Effetto Yoga nasce da  una mia convinzione profonda, ovvero che lo yoga sia quello che accade quando si esce dal tappetino. E qui racconto l’effetto che lo yoga ha sulla mia vita, nelle  22 ore e trenta minuti del giorno successive all’ora e trenta di pratica.

seva-yoga

EFFETTO YOGA

Il nome “effetto yoga” è un riferimento non casuale a “Effetto notte”, titolo di film di Truffaut e di una tecnica cinematografica. L’effetto notte consiste nel girare riprese di giorno ma con un filtro blu che  crea, per l’appunto, l’effetto della notte (adesso la tecnica digitale è diversa ma l’effetto è lo stesso… e si gira sempre di giorno).

Quindi, lo yoga non è l’attore protagonista di questo blog, ma  è la lente attraverso cui osservo quello che accade. E’ un invito a coglierne l’effetto che fa ottenere una visione diversa, in alcuni casi sorprendente, in altri forse destabilizzante. Possibile? Credo proprio di si, perché, quasi in un gioco di paradossi, usare la lente dello  yoga ha l’effetto di togliere i filtri che ci mettiamo davanti agli occhi. 

COSA TROVERETE IN EFFETTO YOGA

Nella barra di navigazione in alto, sotto la foto di copertina, trovate raggruppati per temi i post del mio blog, che corrispondono anche a questi link:

  • Pratica, spunti per vivere lo yoga dentro e fuori il tappetino;
  • Respirare, pranayama, controllo del respiro, perchè mi piace l’idea di condividere tecniche ed esperienze;
  • Principi, dove gli aspetti teorici dello yoga sono uno spunto per capirci;
  • Ambiente, il mio impegno per la cura dello spazio dentro e fuori di noi. Credo che yoga sia, prima di tutto, una scelta ecologica;
  • Femminile, tematiche e pratiche che ruotano attorno all’essere donna ed essere in yoga;
  • Sport, la mia passione, proposta attraverso la pratica dello yoga;
  • Yoga Pop, storie e riflessioni surreali attorno al mondo yogico;
  • C’è anche la possibile di scrivermi attraverso  il modulo del blog.

YOGAH CITTA VRITTI NIRODHAH

Quest’affermazione in sanscrito significa che lo yoga nasce per fermare le fluttuazione della mente, E’ uno degli aforismi iniziali di  Patanjali, autore del primo testo storico dedicato allo yoga.  Perchè praticare lo yoga porta il rilassamento, l’allungamento dei muscoli, la schiena dritta, il respiro calmo e un senso di benessere. Certamente. Ma lo yoga sa essere ancor più generoso, e ricambia l’impegno sul tappetino offrendo consapevolezza per vivere e vedere meglio quello che ci accade. Per questo motivo, l’effetto yoga  può cambiare la lettura che facciamo noi e della nostra vita.

E ve lo dimostro con la foto delle fontane: by Alex Panno (come gran parte delle mie foto), è stata scattata in Piazza San Magno, a Legnano (Mi). Cosa c’entri con l’effetto yoga,  chiedetelo ai piccoli che giocano a bagnarsi con l’acqua. Dove un adulto vede un elegante piazzale decorato, un bambino vede un fantastico parco dei divertimenti. Questione di lente, questione di filtro della mente, no?

Chiudo con il saluto del  Kundalini Yoga, Sat Nam (e al link trovate tutti i suoi significati!)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...